30 Ago 2014

UN DETERMINATO REDDING OTTIENE LA TOP TEN A SILVERSTONE. BAUTISTA OUT AL PENULTIMO GIRO

UN DETERMINATO REDDING OTTIENE LA TOP TEN A SILVERSTONE. BAUTISTA OUT AL PENULTIMO GIRO

Il pilota del Team GO&FUN Honda Gresini, Scott Redding, ha ottenuto la decima posizione nel Gran Premio di Gran Bretagna corso oggi a Silverstone: davanti al suo pubblico il rookie inglese ha corso una gara determinata, distanziando dapprima la Ducati del connazionale Crutchlow, nonostante qualche problema in frenata e in ingresso curva nei primi giri con il serbatoio pieno, dopodiché ha iniziato a girare su un ottimo ritmo andando a prendere e a superare a tre giri dal termine Yonny Hernandez, chiudendo così decimo sotto la bandiera a scacchi, miglior pilota in sella alla Honda RCV1000R per la quinta gara consecutiva. Il suo compagno di squadra, Alvaro Bautista, è purtroppo uscito di scena a meno di due giri dal termine a causa di una scivolata: lo spagnolo, scattato dalla quarta fila, era in lotta con Andrea Iannone per conquistare la settima posizione.
ALVARO BAUTISTA (Rit.) “Oggi nel warm up abbiamo provato delle modifiche che mi ha permesso di guidare con più fiducia e di sentirmi più a mio agio con la moto: in gara infatti pian piano sono riuscito a prendere un buon ritmo. Avevo recuperato e stavo lottando per la settima posizione, quando purtroppo a un giro e mezzo dal traguardo non so come ho perso aderenza all’anteriore e sono caduto. Non stavo forzando, sapevo di non poter raggiungere Pol Espargarò, che aveva già oltre un secondo di vantaggio; pensavo semplicemente a finire la gara, senza rischiare. Fisicamente sto bene, anche se il morale non è dei migliori: non stiamo passando un bel momento, è chiaro. Quando lavori sempre al massimo e le cose non vanno bene è dura, ma cerchiamo di mantenere un atteggiamento positivo”.
SCOTT REDDING (10°) “Sono contento, anche se all’inizio della gara ho faticato con il serbatoio pieno a fermare la moto in frenata e a tenere la traiettoria in ingresso curva; per questo motivo i piloti davanti a me sono riusciti a prendere un po’ di vantaggio. In seguito però sono riuscito a tenere dietro di me Crutchlow e le altre Honda in configurazione Open, che era il nostro obiettivo primario. Verso la fine della gara riuscivo ad essere più veloce e così ho raggiunto Hernandez, superandolo e battendolo di oltre un secondo sulla linea del traguardo. Sono contento anche perché sono stato il migliore oggi tra i miei connazionali, proprio nel Gran Premio di casa: so che Smith si è dovuto fermare per un problema, ma per me è stato comunque bello battere Cal”.
FAUSTO GRESINI “A prescindere dalla scivolata nel finale, oggi Alvaro ha fatto una bella gara: si è impegnato e ha dato il massimo, recuperando posizioni e lottando per un piazzamento che rientra nelle nostre aspettative. Peccato, questa si sta rivelando una stagione veramente strana e difficile. Scott è stato bravissimo, ci ha creduto e nonostante abbia faticato nelle prime fasi con il serbatoio pieno, in seguito è riuscito ad aumentare il proprio ritmo, andando a prendere Hernandez e a superarlo nel finale. Ha fatto quello che doveva fare e ciò dimostra ulteriormente la sua crescita”.

Pubblicato il : 30 Ago 2014