8 Nov 2014

SIMEON TORNA COMPETITIVO E CENTRA UNA FANTASTICA SECONDA FILA NELLE QUALIFICHE DI VALENCIA

SIMEON TORNA COMPETITIVO E CENTRA UNA FANTASTICA SECONDA FILA NELLE QUALIFICHE DI VALENCIA

In sella alla Suter del Team Federal Oil Gresini Moto2, Xavier Siméon è stato protagonista oggi a Valencia di un’ottima sessione di qualifica del Gran Premio della Comunità Valenciana, ultimo appuntamento del Mondiale Moto2 2014. Il venticinquenne pilota belga è riuscito a tornare ad esprimersi ad un ottimo livello di competitività, siglando il quinto miglior tempo in 1’35”566, a meno di quattro decimi di secondo dalla pole position. Per Siméon, che scatterà domani dal centro della seconda fila, si tratta della miglior prestazione in qualifica dopo il quarto e il terzo posto conquistati a inizio stagione rispettivamente a Austin e in Argentina, gare in cui è poi stato assoluto protagonista, lottando per la vittoria e cogliendo un fantastico secondo posto. Lorenzo Baldassarri, molto veloce questa mattina nel terzo e ultimo turno di prove libere (nono in 1’35”905), ha chiuso le qualifiche con il 17° miglior tempo, senza riuscire a migliorarsi e siglando nel finale il tempo di 1’36”036. XAVIER SIMEON (5° - 1'35"566)“Ieri avevamo vari problemi in ingresso curva, ma questa mattina siamo riusciti a migliorare molto la situazione: a quel punto sapevo di avere una buona moto e così ho provato a sfruttarla al massimo in qualifica, nonostante ci fosse un vento molto forte. Sono molto contento di essere tornato così competitivo e siamo fiduciosi anche in vista della gara perché ho sempre girato costantemente sul piede di 1’35” alto e 1’36” basso. Quella di domani sarà una gara divertente: cercheremo di stare il più avanti possibile per finire la stagione con un bel risultato”. LORENZO BALDASSARRI (17° - 1'36"036)“Mi aspettavo di conquistare una posizione migliore oggi in qualifica, ma nella prima parte del turno non riuscivo ad ottenere buoni tempi, dopodiché non sono riuscito a prendere una buona scia. Nei minuti finali ho effettuato un passaggio in pit lane per aspettare altri piloti dietro di me da prendere come riferimento, ma così facendo le gomme si sono raffreddate e non le ho potute sfruttare al massimo negli ultimi due giri a disposizione. Nell’ultimo giro ho comunque dato il massimo, ottenendo la mia migliore prestazione, anche se come detto le gomme erano un po’ fredde. Domani possiamo comunque puntare a fare una bella gara e provare ad entrare in zona punti”.

Pubblicato il : 8 Nov 2014