9 Ago 2014

SIMEON IN SESTA FILA DOPO QUALIFICHE SFORTUNATE A INDY. BALDASSARRI SPERA IN UNA RIMONTA

SIMEON IN SESTA FILA DOPO QUALIFICHE SFORTUNATE A INDY. BALDASSARRI SPERA IN UNA RIMONTA

Il Gran Premio di Indianapolis inizierà in salita per Xavier Siméon e il Team Federal Oil Gresini Moto2: il pilota belga scatterà infatti domani dalla sesta fila dello schieramento con il sedicesimo tempo, 1’37”981, dopo qualifiche sfortunate che hanno visto il pilota belga urtato dal pilota di casa Josh Herrin nelle fasi finali del turno di qualifica, proprio mentre Xavier era impegnato nel tentativo di giro veloce con gomme nuove. Un inconveniente senza il quale Siméon avrebbe potuto scalare qualche posizione in classifica, considerato il distacco limitato dai piloti che domani andranno a schierarsi davanti a lui: la seconda fila è infatti distante poco più di 4 decimi di secondo. Lorenzo Baldassarri è invece stato protagonista di una prestazione deludente: il diciassettenne marchigiano ha dapprima faticato a trovare il giusto feeling con l’anteriore, dopodiché è stato rallentato dal traffico e non è riuscito a replicare i tempi sul giro ottenuti questa mattina nell’ultimo turno di prove libere, ritrovandosi alla fine in 32. posizione con 1’39”084. XAVIER SIMEON (16° - 1'37"981)“Sono molto arrabbiato, perché quando sono entrato in pista con gomme nuove per fare il tempo alla fine del turno di qualifica, Herrin ha staccato 30 metri più tardi del solito e mi ha colpito, facendomi cadere… Sono riuscito a ripartire, ho fatto due giri, ma il manubrio era piegato e non sono riuscito a migliorarmi. La moto oggi andava meglio di ieri, avremmo sicuramente potuto ottenere una posizione migliore in griglia. Domani cercheremo di fare una buona partenza per recuperare un po’ di posizioni, dopodiché sarà importante gestire bene l’usura delle gomme per essere della partita nelle fasi finali”. LORENZO BALDASSARRI (32° - 1'39"084)“È stata una giornata disastrosa, non sono riuscito a fare neanche un giro tirato. All’inizio ho perso aderenza all’anteriore e ho perso un po’ di fiducia dopodiché, nel finale, non ho mai trovato un giro libero dal traffico; in più, cercando di farmi spazio, mi sono allargato e Cortese mi ha urtato, facendomi cadere. Alla fine mi ritrovo con un tempo molto alto e per questo sono molto deluso. Comunque domani è un altro giorno: oggi è andato tutto storto, speriamo invece di poter fare una bella rimonta in gara”.FAUSTO GRESINI“Non possiamo certo essere soddisfatti del risultato di queste qualifiche: Siméon è stato urtato da un altro pilota nelle fasi finali del turno e ciò gli ha impedito di migliorare i suoi tempi. Senza questo inconveniente probabilmente Xavier avrebbe potuto ottenere una migliore posizione in griglia, anche se è evidente che stiamo faticando più del previsto. Baldassarri ha fatto una qualifica deludente, con tempi superiori a quelli ottenuti nelle libere e ciò è abbastanza inspiegabile; speriamo che Lorenzo possa rifarsi in gara, anche se domani partirà veramente molto attardato”.

Pubblicato il : 9 Ago 2014