5 Nov 2014

SIMEON E BALDASSARRI PRONTI PER IL GRAN FINALE IN SPAGNA

SIMEON E BALDASSARRI PRONTI PER IL GRAN FINALE IN SPAGNA

Dopo otto mesi di gare, il Team Federal Oil Gresini Moto2 si prepara alla tappa conclusiva del Campionato del Mondo Moto2, in programma questo fine settimana sul circuito Ricardo Tormo di Valencia. Per Xavier Siméon si tratta di una buona opportunità per riscattare la delusione subita a Sepang, dove problemi fisici non gli hanno consentito di andare oltre la diciannovesima posizione. Il tracciato spagnolo è infatti favorevole alle caratteristiche della Suter, moto che lo scorso anno ha occupato le prime tre posizioni in gara. Per Lorenzo Baldassarri, Team Gresini Moto2, il Gran Premio della Comunità Valenciana rappresenta invece l’occasione per provare ad avvicinare un piazzamento nella top ten dopo una tripla trasferta extraeuropea tutto sommato positiva, con il 14° posto di Phillip Island e il 17° posto raccolto sia a Motegi che a Sepang. XAVIER SIMEON “Nonostante il passo falso di Sepang, dove sono stato frenato in gara da problemi fisici, possiamo ritenere la tripla trasferta extraeuropea positiva: sia a Motegi che a Phillip Island siamo entrati nella top ten e abbiamo ricavato buone sensazioni dalla moto, per cui siamo fiduciosi in vista dell’appuntamento che andrà a chiudere una stagione partita molto bene, ma che poi ci ha visto faticare più del previsto. Penso che sul circuito di Valencia la nostra moto possa comportarsi bene, quindi potremo essere competitivi: mi piacerebbe portare a termine il 2014 con un buon risultato che possa ripagare il grande lavoro che la squadra ha sempre fatto durante tutto l’anno”. LORENZO BALDASSARRI “L’ultima gara della stagione è arrivata presto, sembra ieri che è iniziato il Mondiale! Valencia la conosco molto bene, ci ho corso tante volte sin da quando ero piccolo e tra l’altro è il tracciato dove ho effettuato la mia prima gara con una moto a marce. Nelle ultime tre gare ho raccolto dei risultati discreti: avrei potuto ottenere di più, ma la tripla trasferta extraeuropea ha rappresentato per me soprattutto la possibilità di acquisire un grande bagaglio di esperienza. Per questo motivo, sento di poter affrontare l’ultimo Gran Premio partendo da dei buoni riferimenti: la speranza è quella di essere competitivi sin dalle prime prove e mantenere un buon livello fino a domenica”.

Pubblicato il : 5 Nov 2014