7 Lug 2014

SIMEON E BALDASSARRI AFFRONTANO LA PISTA PIU' CORTA IN CALENDARIO, IL SACHSENRING

SIMEON E BALDASSARRI AFFRONTANO LA PISTA PIU' CORTA IN CALENDARIO, IL SACHSENRING

Il Team Federal Oil Gresini Moto2 e Xavier Siméon tornano in pista questo fine settimana per il Gran Premio di Germania: teatro del nono round del Campionato del Mondo Moto2 2014 è il tortuoso tracciato del Sachsenring, il più corto in calendario con i suoi 3671 metri. Su un circuito estremamente particolare - conta infatti 10 curve a sinistra e soltanto 3 a destra - Siméon conta di poter tornare protagonista: il pilota belga, che ha trascorso qualche giorno in Italia allenandosi facendo Dirt Track e Supermotard, si trova infatti molto a suo agio al Sachsenring, dove lo scorso anno ha inoltre ottenuto la pole position. Nel box del Team Gresini Moto2 la Suter affidata all’esordiente Lorenzo Baldassarri vestirà i colori di Agrimola, Main Sponsor per l’appuntamento tedesco, che segna il giro di boa del campionato: l’obiettivo principale del diciassettenne pilota italiano, reduce dall’ottimo nono posto di Assen, è quello di migliorare le proprie performance durante le prove libere e la sessione di qualifica, in modo da partire in una posizione più avanzata sullo schieramento.

XAVIER SIMEON “A prescindere dal risultato ottenuto in gara, durante le prove del Gran Premio d’Olanda ad Assen abbiamo mostrato un buon livello di competitività, per cui sono convinto che d’ora in poi potremo tornare ad essere veloci ovunque. L’anno scorso al Sachsenring siglai anche la pole position: è perciò una pista che mi piace, anche se è molto esigente sia per le gomme che per il fisico, a causa del suo layout con molte curve a sinistra. Vogliamo ottenere un buon risultato e per questo sarà importante rimanere concentrati”.

LORENZO BALDASSARRI “Al Sachsenring sono andato molto forte già lo scorso anno in Moto3: ricordo di aver ottenuto l’ottavo tempo nel secondo turno di prove libere e di essere stato in lotta per un piazzamento nella top ten in gara, prima di cadere per un contatto con un altro pilota. È un circuito molto guidato che rispecchia abbastanza il mio stile di guida, per cui spero di poter continuare a raccogliere punti, come successo nelle ultime due gare. L’obiettivo è quello di prendere il prima possibile i giusti riferimenti, evitando di fare troppe modifiche alla moto, in modo da essere efficace già nelle prove libere e soprattutto in qualifica, dove ultimamente ho faticato un po’. In ogni caso la top ten raggiunta ad Assen ci dà la carica in vista di questo Gran Premio!”.

FAUSTO GRESINI “Purtroppo stiamo attraversando un periodo poco fortunato, nel quale non stiamo raccogliendo con Siméon quello a cui eravamo abituati nelle prime gare di questa stagione; Xavier comunque è determinato e ha una gran voglia di mostrare il proprio potenziale, per cui speriamo di poterci riscattare e tornare a un alto livello di competitività già al Sachsenring, anche perché abbiamo bisogno di un bel risultato. Baldassarri ha conquistato punti negli ultimi due Gran Premi, raccogliendo sul bagnato ad Assen il suo miglior risultato stagionale: questo significa che Lorenzo ha sicuramente compiuto un passo avanti, entrato in una fase di apprendimento successiva, e ciò è importante per il prosieguo della stagione, nella quale speriamo possa crescere ulteriormente”.

Pubblicato il : 7 Lug 2014