26 Set 2014

QUALIFICHE FRUSTRANTI LASCIANO IL TEAM GO&FUN HONDA GRESINI CON TANTO LAVORO DA FARE

QUALIFICHE FRUSTRANTI LASCIANO IL TEAM GO&FUN HONDA GRESINI CON TANTO LAVORO DA FARE

I piloti del Team GO&FUN Honda Gresini, Alvaro Bautista e Scott Redding, sono attesi a una dura prova nel Gran Premio di Aragon in programma domani dopo qualifiche difficili che li hanno relegati rispettivamente in quindicesima e sedicesima posizione. Rallentato dagli stessi problemi di aderenza al posteriore che lo stanno affliggendo già da diverse gare, Bautista non è andato oltre alla quinta posizione nella Qualifica 1 con il tempo di 1’49”274 e perciò non è potuto accedere alla battaglia per le prime dodici posizioni, la Qualifica 2. Il suo compagno di squadra, Scott Redding, andrà a schierarsi alle sue spalle con il sedicesimo tempo, 1’49”703: pur essendosi migliorato rispetto a ieri, il rookie inglese ha sofferto ancora problemi all’anteriore ed è stato preceduto in Qualifica 1 dall’altra Honda RCV1000R in configurazione Open di Hiroshi Aoyama.

ALVARO BAUTISTA (15° - 1'49"274) “Come accaduto negli altri Gran Premi, sto soffrendo molto la mancanza di aderenza al posteriore: anche montando una gomma nuova non riesco a sfruttare tutto il potenziale della moto. Oggi non siamo riusciti ad entrare nella Q2, per cui domani partirò dal fondo dello schieramento, ma a parte il risultato odierno, è frustrante dover guidare in queste condizioni, perché significa rischiare sempre per ottenere tempi comunque un secondo più lenti rispetto ai nostri rivali. Non è una bella sensazione, è chiaro. Domani in ogni caso darò il massimo, cercando di mantenere il mio ritmo e portare a termine la gara: è l’unica cosa che posso fare, perché al momento con queste sensazioni è impossibile essere veloci.”

SCOTT REDDING (16° - 1'49"703) “È stata una giornata difficile: le soluzioni provate durante il quarto turno di prove libere con l’obiettivo di migliorare il comportamento della moto non si sono rivelate efficaci e così siamo dovuti tornare sui nostri passi per affrontare le qualifiche. Domani dovremo continuare a lavorare perché la situazione non è cambiata molto rispetto a ieri. In ogni caso, la gara è lunga e anche se questa volta sarà difficile, daremo il massimo per essere la migliore Honda in configurazione Open.”

FAUSTO GRESINI “Siamo ancora in grande difficoltà e purtroppo non riusciamo a trovare la strada per uscire da questa situazione che ci portiamo dietro ormai da cinque o sei Gran Premi. Domani ci aspetta un’altra gara in salita: speriamo almeno che Alvaro riesca a fare la sua parte e a raccogliere il massimo possibile, considerate le premesse. Anche Redding sta avendo delle difficoltà, ma credo che l’obiettivo di tornare almeno a primeggiare tra le Honda Production Racer possa essere alla nsotra portata domani.”

Pubblicato il : 26 Set 2014