12 Lug 2014

QUALIFICHE DIFFICILI RELEGANO BAUTISTA IN QUARTA FILA. REDDING MANCA DI UN SOFFIO LA Q2

QUALIFICHE DIFFICILI RELEGANO BAUTISTA IN QUARTA FILA. REDDING MANCA DI UN SOFFIO LA Q2

Il Gran Premio di Germania partirà in salita per Alvaro Bautista e il Team GO&FUN Honda Gresini: il pilota spagnolo non è andato oltre la decima posizione nelle qualifiche disputate oggi al Sachsenring e domani sarà quindi costretto a schierarsi in quarta fila. Una posizione di partenza non certo agevole su un tracciato tortuoso dove è fondamentale riuscire a mantenere il contatto con gli altri piloti nei primi giri della corsa. Le maggiori difficoltà di Bautista, il cui miglior giro è stato 1’21”906, sono emerse con la gomma nuova: in sella alla propria Honda RC213V, infatti, Alvaro non è riuscito a sfruttare il potenziale maggior grip offerto dalla copertura nuova e di conseguenza è rimasto attardato. Nel quarto e ultimo turno di prove libere lo spagnolo aveva comunque messo in mostra un buon passo gara, per cui il team rimane fiducioso in vista dei 30 giri in programma domani. In sella alla Honda RCV1000R, Scott Redding ha mancato il suo primo ingresso nella Qualifica 2 di soli 32 millesimi di secondo: il debuttante inglese ha siglato nella Qualifica 1 un ottimo 1’22”436, che però non è bastato per entrare nella sessione che stabilisce le prime 12 posizioni in griglia e domani andrà a schierarsi in 14. posizione, in quinta fila. ALVARO BAUTISTA (10° - 1'21"906)“Oggi abbiamo lavorato molto alla ricerca di una maggior aderenza al posteriore e al mattino abbiamo trovato qualcosa di positivo, che mi ha aiutato a sentirmi più a mio agio in sella, dopodiché nelle FP4 avremmo voluto provare un’ulteriore soluzione di assetto, ma non è stato possibile per via del maltempo. In Qualifica abbiamo faticato ancora una volta a sfruttare appieno il potenziale della gomma nuova: non so il perché, ma ho sempre le stesse sensazioni sia che utilizzi una gomma nuova oppure una gomma usata; questo, ovviamente, non è un buon segnale. Nelle FP4 con gomme usate sono riuscito a mantenere un buon ritmo, per cui rimango fiducioso per domani, ma sarà molto difficile mantenere il contatto con i primi partendo così indietro. In futuro dovremo lavorare per migliorare questa situazione, perché anche se si possiede un buon passo gara, è fondamentale partire in una delle prime file dello schieramento per ottenere un buon risultato in gara”. SCOTT REDDING (14° - 1'22"436)“Oggi avevamo una grande opportunità per entrare nella Qualifica 2, ma all’inizio della Qualifica 1 ho fatto una scelta sbagliata per quanto riguarda la gomma anteriore: ho montato la gomma più morbida e la moto si muoveva molto, perciò sono dovuto rientrare ai box per montare quella più dura. Così facendo ho perso tempo prezioso all’inizio del turno. In più, se si dà un’occhiata al mio tempo ideale, si scopre che sarei potuto essere più veloce di tre decimi: nel mio miglior tentativo invece ho perso molto terreno nel T1. Domani sarà una gara molto lunga e impegnativa: al posteriore useremo la gomma morbida, mentre dobbiamo ancora decidere quale utilizzare all’anteriore; dipenderà dalle condizioni atmosferiche”. FAUSTO GRESINI“Il risultato di queste qualifiche mi soddisfa a metà: da un lato Bautista ha nuovamente faticato a sfruttare il potenziale della gomma nuova, e di conseguenza si è trovato in difficoltà e attardato. Partire dalla quarta fila non sarà semplice, è evidente, anche se va detto che Alvaro ha un buon passo gara. Dall’altro lato, Redding ha fatto un ottimo lavoro, segnando tempi veramente molto interessanti. Peccato soltanto aver mancato l’ingresso nella Qualifica 2 per pochi millesimi: sarebbe stata la prima volta per lui e mi sarebbe piaciuto molto. In ogni caso, l’importante è che Scott continui a metterci grinta e impegno come ha sempre fatto finora”.

Pubblicato il : 12 Lug 2014