9 Ago 2014

QUALIFICHE COMPLICATE PER BASTIANINI E ANTONELLI A INDIANAPOLIS

QUALIFICHE COMPLICATE PER BASTIANINI E ANTONELLI A INDIANAPOLIS

Lo Junior Team GO&FUN Moto3 ha vissuto oggi sull’Indianapolis Motor Speedway una giornata di qualifiche complicata: nel turno di 40 minuti che ha determinato la griglia di partenza del Gran Premio di Indianapolis in programma domani, Enea Bastianini ha ottenuto il 16° miglior tempo in 1’41”691, mentre Niccolò Antonelli, ancora convalescente in seguito alla frattura alla clavicola destra subita lo scorso 23 luglio, andrà a schierarsi in ventesima posizione con il crono di 1’41”814. Rallentato dal traffico durante le fasi decisive della qualifica, Bastianini andrà a posizionarsi in quinta fila: il sedicenne esordiente si troverà ad affrontare una gara in salita, anche se confida in una rimonta potendo contare su un buon set-up della propria KTM, raggiunto questa mattina nel terzo e ultimo turno di prove libere. Anche il compagno di squadra di Enea, Niccolò Antonelli, non ha potuto migliorare sensibilmente il proprio limite di questa mattina a causa del traffico incontrato in pista: il diciottenne di Cattolica, reduce dall’infortunio alla clavicola destra, ha comunque preferito non rischiare troppo in qualifica e domani scatterà dalla sesta fila. NICCOLO' ANTONELLI (20° - 1'41"814)“Anche oggi ho dovuto fare i conti con l’infortunio: dopo qualche giro la spalla inizia a infastidirmi, anche se ad essere sinceri oggi il vero problema è stato il traffico. Nelle qualifiche di oggi per ottenere un buon tempo era necessario rischiare, superando i vari piloti che procedevano più lenti e io essendo reduce dall’infortunio ho preferito rimanere calmo, non era il caso di rischiare troppo. Anche oggi non ho utilizzato antidolorifici, ma lo farò domani per la gara, per cui credo che fisicamente non dovrei avere problemi sulla distanza”. ENEA BASTIANINI (16° - 1'41"691)“Peccato, avrei potuto fare delle qualifiche migliori oggi, ma ho sempre incontrato molto traffico durante tutto il turno e non sono mai riuscito a completare un giro pulito. Negli ultimi 10 minuti della sessione ogni volta che provavo a fare il tempo c’era sempre qualche altro pilota davanti a me che procedeva lento, oppure piloti dietro di me pronti a prendermi la scia. In sostanza, è stata una qualifica complicata, però va detto che questa mattina mi sentivo a mio agio sulla moto: abbiamo fatto qualche aggiustamento che ci ha consentito di risolvere qualche problema che avevamo. Sarà una gara difficile perché partiamo indietro, ma noi ci proveremo, come sempre”.FAUSTO GRESINI“Sedicesimo e ventesimo non sono certo le posizioni che ci aspettiamo di ottenere, per cui non posso dire di essere contento. Purtroppo non siamo riusciti a sfruttare nel migliore dei modi il turno di qualifica, perciò ora ci aspetta una gara in salita. Confidiamo comunque in una rimonta sia da parte di Enea che di Niccolò, perché le potenzialità di sono, anche se partire così indietro complica indubbiamente le cose”.

Pubblicato il : 9 Ago 2014