10 Ago 2014

PIAZZAMENTO A PUNTI PER ENEA A INDIANAPOLIS. GARA DETERMINATA DI NICCOLO'

PIAZZAMENTO A PUNTI PER ENEA A INDIANAPOLIS. GARA DETERMINATA DI NICCOLO'

Il Gran Premio di Indianapolis si è concluso con un undicesimo e un diciottesimo posto per la coppia dello Junior Team GO&FUN Moto3, formata da Enea Bastianini e Niccolò Antonelli. Scattato molto bene dalla sesta fila, dopo soli 4 giri Bastianini si è portato al comando del secondo gruppetto di piloti, in ottava posizione, ma al sesto giro un’escursione fuori pista all’ultima curva lo ha fatto scivolare diciassettesimo. Il sedicenne riminese non si è però perso d’animo e ha recuperato sei posizioni girando su ottimi tempi, raggiungendo e superando a sei giri dal termine Jorge Navarro e Karel Hanika. Il suo compagno di squadra, Niccolò Antonelli, è stato autore di una gara determinata: nonostante la clavicola destra fratturata, operata soltanto due settimane fa, il diciottenne di Cattolica ha resistito in 15. posizione per buona parte della corsa, fino a quando un normale affaticamento non lo ha costretto a rallentare e a tagliare il traguardo fuori dalla zona punti, in 18. posizione. NICCOLO' ANTONELLI (18°)“Sono contento della mia gara: sono partito con calma e dopo un po’ ho anche iniziato a recuperare posizioni perché la moto andava bene e riuscivo a tenere un bel ritmo. Questa, però, è una pista molto stancante, già questa mattina nel Warm Up mi sentivo affaticato e dopo soltanto 8 o 9 giri le forze sono iniziate a calare. Ho provato a tenere duro, ma a un certo punto ho dovuto mollare, mi mancava la forza nelle braccia e non era più possibile mantenere quel passo. Tra una settimana c’è Brno, una pista meno impegnativa fisicamente dove voglio tornare all’attacco!”. ENEA BASTIANINI (11°)“Al sesto giro, quando ho inserito la moto all’ultima curva, ho perso aderenza all’anteriore e sono stato costretto ad andare lungo; fortunatamente usando il freno posteriore sono riuscito a rientrare in pista e a riprendere la corsa. Purtroppo nelle ultime gare c’è sempre qualcosa che ci impedisce di stare insieme ai primi; dispiace, ma posso comunque ritenermi soddisfatto perché in seguito sono riuscito a mantenere un buon passo e nel finale ho anche guadagnato terreno sul gruppetto dei primi. In futuro sarà necessario affrontare meglio le qualifiche per poter partire in una posizione più avanzata in griglia, perché altrimenti recuperare diventa difficile”.FAUSTO GRESINI“Purtroppo Enea ha perso molto terreno uscendo largo al sesto giro, anche se in seguito è riuscito a recuperare molto bene, arrivando molto vicino a ricongiungersi con il gruppo dei leader. Peccato, perché fosse stato con loro avrebbe potuto giocarsi un risultato molto importante. Fa parte del gioco, anche se nelle ultime gare c’è sempre qualcosa che ci impedisce di concretizzare e ovviamente dispiace perché il potenziale è elevato. Niccolò è stato molto bravo a concludere la gara, considerato l’infortunio alla clavicola: è arrivato sfinito e senza forze: complimenti perché non era affatto facile correre in queste condizioni”.

Pubblicato il : 10 Ago 2014