11 Set 2014

LA PIOGGIA CONDIZIONA IL PRIMO GIORNO DI PROVE LIBERE A MISANO


La prima giornata del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, sul circuito di Misano, è stato condizionato dalla pioggia che ha costretto i piloti della MotoGP ad effettuare le prime due sessioni di prove libere su un asfalto bagnato e molto insidioso. Come molti altri, anche i due piloti del Team GO&FUN Honda Gresini sono incappati in una scivolata, fortunatamente senza conseguenze. Nella classifica combinata dei tempi Scott Redding ha chiuso al 13° posto con 1’52”213, seguito a poca distanza dal suo compagno di squadra, Alvaro Bautista, autore di 1’52”298, crono ottenuti entrambi al pomeriggio.
ALVARO BAUTISTA (14° - 1'52"298) “Senza dubbio oggi le condizioni della pista erano veramente difficili: questa mattina era veramente rischioso guidare e abbiamo preferito fare pochi giri, mentre nel pomeriggio ne abbiamo completati di più, anche se le condizioni sono comunque rimaste complicate; la mia sensazione era quella di guidare sul ghiaccio! Nelle fasi finali del secondo turno il mio feeling con la moto stava migliorando e così anche i miei tempi sul giro, però poi sono caduto a soli due minuti dal termine. Alla fine, queste due sessioni molto probabilmente si riveleranno inutili, dato che ci aspettiamo bel tempo sia domani che domenica per la gara, quindi domani ripartiremo da zero. Normalmente su questa pista c’è un buon grip sul bagnato, ma potrebbe essere che le auto che hanno corso qui poco tempo fa abbiano lasciato della gomma che ha reso l’asfalto più scivoloso, quando bagnato”.
SCOTT REDDING (13° - 1'52"213) “È stata una giornata abbastanza positiva: questa mattina non avvertivo un buon feeling, ma nel pomeriggio la situazione è migliorata e siamo stati veloci, soprattutto nella prima parte del turno. Alla fine della sessione sono caduto, ma va detto che le condizioni della pista erano veramente strano: quando la pioggia ha smesso di cadere, la pista è diventata in fretta ancora più scivolosa. Ho perso l’anteriore in frenata, ma sto bene e tutto sommato finora siamo contenti del lavoro svolto finora. Dovremo sistemare soltanto qualche dettaglio, perché la moto si impenna un po’ e il posteriore scivola abbastanza, ma la base è buona”.
FAUSTO GRESINI “Oggi guidare si è rivelato veramente difficile, tanto che abbiamo assistito a tantissime cadute, come non si vedeva da tempo in MotoGP. Anche i nostri piloti sono incappati in una caduta, ma tutto sommato ci sta. In breve, è stata una giornata veramente poco utile, ora resettiamo tutto in attesa delle prove di domani, con la pista che si prevede asciutta”.

Pubblicato il : 11 Set 2014