7 Lug 2014

IL TEAM GO&FUN HONDA GRESINI SI PREPARA AL GIRO DI BOA DEL CAMPIONATO AL SACHSENRING

IL TEAM GO&FUN HONDA GRESINI SI PREPARA AL GIRO DI BOA DEL CAMPIONATO AL SACHSENRING

Il Gran Premio di Germania, in programma questo fine settimana sul circuito del Sachsenring, segna il giro di boa del Campionato del Mondo MotoGP 2014: la tappa tedesca, che si corre sul tracciato più corto in calendario - misura appena 3671 metri - è infatti la nona delle 18 previste in questa stagione. Il Team GO&FUN Honda Gresini, reduce dai due buoni piazzamenti colti sia da Alvaro Bautista che da Scott Redding nel concitato ‘flag-to-flag’ di Assen, punta a raccogliere un altro risultato positivo in un appuntamento tradizionalmente fortunato. Lo scorso anno Bautista in Germania iniziò infatti col quinto posto una striscia positiva che lo ha visto piazzato nella top five in 8 dei successivi 10 Gran Premi. Un circuito molto caratteristico sul quale si corre ininterrottamente dal 1998, il Sachsenring presenta 10 curve a sinistra e soltanto 3 a destra. Nel corso della sua carriera, Alvaro Bautista vi ha collezionato tre podi: un secondo posto nel 2006 in 125cc e due terzi posti, nella classe 250cc nel 2008 e nel 2009. Sulla Honda RCV1000R in configurazione Open, Scott Redding si presenta all’appuntamento tedesco forte di 28 punti in classifica, primo tra i piloti in sella alla “Production Racer”: il debuttante inglese cercherà di consolidare questa leadership su una pista che sulla carta ben si adatta alle caratteristiche della sua moto.

ALVARO BAUTISTA “Il Sachsenring è una pista lenta con tratti molto guidati: dato che ultimamente stiamo faticando a trovare un buon compromesso per essere efficaci sulle curve veloci, su questo tracciato siamo fiduciosi di poter raggiungere subito un buon feeling con la moto, che mi permetta di guidare come mi piace. Siamo reduci da una gara, quella di Assen, dove era molto facile commettere errori, ma nonostante tutto siamo riusciti a raccogliere un buon piazzamento; in più, lo scorso anno in Germania abbiamo fatto una bella gara, per cui arriviamo a questo appuntamento determinati a tornare protagonisti. Il giovedì precedente il Gran Premio alcuni piloti proveranno alcune modifiche alla curva 11 per aumentarne la sicurezza: sarà interessante capire se verranno effettivamente adottate per il futuro, anche se quest’anno correremo con lo stesso layout dello scorso anno”.

SCOTT REDDING “Grazie al piazzamento colto ad Assen, nella mia prima gara sul bagnato in MotoGP, arriviamo al Sachsenring con un punto di vantaggio in classifica suoi nostri rivali in sella alle altre Honda Open e vogliamo provare a mantenere questa leadership. Correre al Sachsenring su una MotoGP sarà sicuramente interessante, perché il circuito è veramente molto piccolo e queste moto sono veramente veloci! Il tracciato mi piace, presenta vari saliscendi e tante curve in successione, con pochi rettilinei. Sulla carta si adatta bene anche alla nostra moto; personalmente ho sempre preferito le curve a destra, mentre su questa pista sono quasi tutte a sinistra; in ogni caso, sarà divertente”.

FAUSTO GRESINI “Con Bautista il nostro obiettivo in questo appuntamento è chiaro: vogliamo tornare più competitivi di quanto mostrato nelle ultime gare, cercando di far emergere il buon potenziale che pensiamo di possedere. Alvaro ha un buon ricordo della gara dello scorso anno e speriamo che ciò possa permettergli di sfruttare al massimo sia il pacchetto tecnico che ha a disposizione che le sue potenzialità di guida. Questa gara segna un momento molto importante della stagione e confidiamo che possa rappresentare un punto di svolta, in modo da essere più costanti nel rendimento nella seconda parte del campionato. Redding affronterà per la prima volta in sella a una MotoGP un circuito molto particolare, tecnico e tortuoso: speriamo che si possa trovare subito a suo agio; nel suo caso siamo comunque fiduciosi anche perché sulla carta le caratteristiche di questa pista dovrebbero far emergere le qualità della sua moto, consentendogli di essere più competitivo anche rispetto alle moto in configurazione Factory”.

Pubblicato il : 7 Lug 2014