22 Ott 2014

IL TEAM GO&FUN HONDA GRESINI A SEPANG PER CHIUDERE IN BELLEZZA LA LUNGA TRASFERTA FUORI DALL'EUROPA

IL TEAM GO&FUN HONDA GRESINI A SEPANG PER CHIUDERE IN BELLEZZA LA LUNGA TRASFERTA FUORI DALL'EUROPA

La lunga trasferta fuori dai confini europei del Team GO&FUN Honda Gresini giunge al termine questo fine settimana con il Gran Premio della Malesia sul circuito di Sepang, già teatro lo scorso febbraio di due importanti sessioni di test invernali della MotoGP. Giunto sesto al traguardo nel recente Gran Premio d’Australia, Alvaro Bautista cercherà di sfruttare proprio i dati raccolti nel corso dei test per tornare a un buon livello di competitività: anche a Phillip Island lo spagnolo ha infatti continuato ad accusare problemi di aderenza al posteriore che non gli consentono di guidare al meglio la sua Honda Rc213V. A Sepang Bautista vanta inoltre una striscia di risultati positivi: primo nel 2006 in 125cc, Alvaro ha subito raccolto il quinto posto nel 2010, al debutto in sella a una MotoGP; piazzamento replicato anche lo scorso anno. Il suo compagno di squadra, Scott Redding, non ha invece mai ottenuto grandi risultati sul tracciato malese: il suo miglior piazzamento è un settimo posto, ottenuto lo scorso anno in Moto2. L’esordiente inglese potrà comunque sfruttare l’esperienza accumulata ad inizio anno nei test, per provare a confermarsi il migliore tra i piloti in sella alla Honda RCV1000R. Redding conta attualmente 69 punti in classifica generale, 7 in più di Hiroshi Aoyama, il suo rivale più vicino tra i piloti che hanno a disposizione la stessa moto. ALVARO BAUTISTA “Arriviamo in Malesia con tanta voglia di chiudere nel migliore dei modi la tripla trasferta extraeuropea e: lo scorso febbraio a Sepang abbiamo effettuato dei test abbastanza positivi, per cui confidiamo di poter ritrovare le stesse sensazioni riscontrate in passato. Potremo sfruttare dei riferimenti utili relativi alle gomme, per cui spero vivamente che questa rappresenti l’occasione buona per trovare una soluzione ai problemi di aderenza incontrati nelle ultime gare, altrimenti non possiamo aspettarci di ottenere risultati migliori di quelli raccolti ultimamente. Tutti i ragazzi della squadra stanno comunque dando più del cento per cento, nonostante il periodo difficile, per cui a loro va il mio ringraziamento”. SCOTT REDDING “Lo scorso febbraio, nei primi test effettuati in sella a una MotoGP sul circuito di Sepang, non mi trovai molto a mio agio. Adesso però la situazione è molto diversa: ho imparato a conoscere meglio la moto, abbiamo più esperienza e sappiamo interpretarne meglio il funzionamento. In ogni gara ho imparato qualcosa, soprattutto in quelle in cui ho potuto seguire da vicino piloti più esperti, come è accaduto ad esempio a Phillip Island con Alvaro. Sarà interessante tornare in pista a Sepang e osservare quanto siamo migliorati nel corso della stagione; in ogni caso, per me si prospetta una delle gare più difficili dell’anno, sia per quanto riguarda il layout del circuito, sia per le condizioni atmosferiche”.

Pubblicato il : 22 Ott 2014