GRAND PRIX DE FRANCE - PROVE LIBERE - SIMEON CONFIDA IN UN MIGLIORAMENTO A LE MANS. BALDASSARRI RALLENTATO DALLA SPALLA INFORTUNATA.

Team Federal Oil | Go&Fun

Xavier Siméon e il Team Federal Oil Gresini Moto2 hanno iniziato il weekend del Gran Premio di Francia cul circuito di Le Mans chiudendo la classifica combinata delle prime due sessioni di prove libere con l’undicesimo miglior tempo, 1’38”823, a poco meno di sei decimi dalla prima posizione. Il pilota belga conta comunque di poter limare domani qualche decimo rispetto al passo messo in mostra oggi, lavorando sull’assetto della sua Suter assieme al team. Sulla Suter del Team Gresini Moto2 Lorenzo Baldassarri ha vissuto una giornata sofferta, a causa dell’infortunio alla spalla destra rimediato nella caduta del recente Gran Premio di Spagna, che lo ha rallentato soprattutto nei frequenti cambi di direzione del tracciato francese. Il diciassettenne marchigiano ha chiuso la giornata al 29° posto, migliorando comunque i suoi tempi di oltre un secondo dal mattino al pomeriggio. 

XAVIER SIMEON (11° - 1'38"823) “Non siamo ancora dove vorremmo essere: il gap dai primi non è elevato, ma su questa pista i distacchi sono sempre limitati. Dovremo lavorare per guadagnare qualche decimo, perché oggi abbiamo tenuto un passo di 1’38” alto che al momento non è sufficiente per stare davanti. Proveremo ad intervenire sul set-up per sistemare vari dettagli e provare a recuperare terreno in alcune parti del circuito nelle quali non mi sento ancora al cento per cento: su questa pista serve molta fiducia sull’anteriore e anche molto grip al posteriore, per poter sfruttare al meglio la potenza in uscita dalle curve”.

LORENZO BALDASSARRI (29° - 1'39"899) “Oggi è stata una giornata abbastanza dura, anche se alla fine sono riuscito a migliorarmi abbastanza tra un turno di prove e l’altro. Non sento molto dolore alla spalla destra, ma purtroppo mi manca un po’ di forza e di conseguenza faccio fatica nei cambi di direzione, nei quali non riesco a muovermi abbastanza rapidamente sulla moto. Domani cercheremo perciò di lavorare un po’ sull’assetto per fare in modo che il comportamento della moto possa aiutarmi in questi frangenti”.

FAUSTO GRESINI “La posizione di Xavier non è certo quella che ci aspettavamo, anche se il distacco non è elevato: non abbiamo ancora raggiunto il miglior set-up per la sua moto, ma sappiamo come intervenire per migliorare; semplicemente, siamo un po’ in ritardo, ma sono convinto che domani potremo riuscire a fare un passo avanti e arrivare preparati alle qualifiche. Baldassarri oggi invece ha sofferto di più: l’infortunio alla spalla subìto a Jerez si fa sentire, ma confidiamo comunque in un miglioramento domani”.

Pubblicato il : 15 Mag 2014