GRAN PREMIO DE LA REPUBLICA ARGENTINA - PROVE LIBERE - BAUTISTA E REDDING AFFRONTANO UNA SFIDA DIFFICILE MA STIMOLANTE IN ARGENTINA.

Classifica Combinata Prove Libere 1-2 - Team Go&Fun Honda Gresini

La prima giornata del Gran Premio di Argentina sul nuovo circuito di Termas de Rio Hondo ha rappresentato una sfida non facile per i piloti del Team GO&FUN Honda Gresini: dopo un buon primo turno di prove libere - corso su un tracciato caratterizzato da un asfalto ancora molto sporco -, chiuso in terza posizione da Alvaro Bautista e in undicesima da Scott Redding, lo spagnolo e l’inglese hanno abbassato ulteriormente i propri tempi nel pomeriggio, scivolando però rispettivamente in 11. e 22. posizione nella classifica combinata dei primi due turni di prove libere. Domani entrambi i piloti lavoreranno sull’assetto per alla ricerca di una soluzione ai problemi riscontrati oggi e si concentreranno sulla scelta della gomma da utilizzare domenica in gara, lavoro che non è stato possibile compiere oggi a causa delle condizioni mutevoli della pista.

ALVARO BAUTISTA (11° - 1'42"029) “Oggi abbiamo incontrato una pista molto sporca, che mette in crisi le gomme molto rapidamente: in queste condizioni è molto difficile capire quale tipo di gomma può funzionare meglio. In ogni caso, dovremo lavorare molto sul set-up della moto per migliorarne il comportamento: in questo momento sono costretto ad usare molto l’acceleratore per far curvare la moto e così facendo stresso molto la gomma posteriore, il cui rendimento di conseguenza cala velocemente. Le condizioni cambiano molto velocemente, come accaduto oggi dal mattino al pomeriggio, le condizioni della pista cambiano molto velocemente: oggi, gli altri piloti sono riusciti a migliorare più di noi. Sicuramente domani incontreremo condizioni ancora migliori, ma noi dovremo fare del nostro meglio a prescindere. Dopodiché, aspetteremo fino all’ultimo momento per decidere quale pneumatico usare per la gara”.

SCOTT REDDING (22° - 1'43"165) “Nel primo turno di prove libere la pista era veramente molto sporca, mentre nel secondo turno abbiamo avuto qualche difficoltà con l’assetto: in queste condizioni, del resto, è normale provare varie soluzioni alla ricerca della giusta direzione da prendere. Abbiamo già qualche idea relativamente alle modifiche da effettuare domani sulle sospensioni, per ottenere un miglior feeling con la moto. La situazione è complicata per quanto riguarda le gomme, che calano molto già dopo soli 4 giri: non sappiamo quindi ancora quale gomma useremo per la gara. Lo decideremo domani, quando le condizioni saranno sicuramente migliori, con l’asfalto più gommato”.

FAUSTO GRESINI “Oggi siamo molto indietro con entrambi i piloti e ciò mi rende un po’ perplesso: ovviamente questa non è la nostra posizione, per cui ora dovremo cercare di capire bene cos’è successo e provare a recuperare diverse posizioni sia con Alvaro che con Scott. In queste condizioni così mutevoli, inoltre, la situazione relativa alla durata delle gomme è molto complicata, per cui sarà fondamentale lavorare bene domani per trovare un buon compromesso in vista della gara”.

Pubblicato il : 24 Apr 2014