GRAN PREMIO DE LA REPUBLICA ARGENTINA – ANTEPRIMA – ARGENTINA, L'OCCASIONE PERFETTA PER DIMENTICARE AUSTIN.

Gran Premio de la Republica Argentina - GO&FUN

A distanza di due settimane dallo sfortunato Grand Prix of the Americas, il terzo appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP 2014, in programma questo fine settimana in Argentina, sul nuovo circuito di Termas de Rio Hondo, rappresenta per il Team GO&FUN Honda Gresini un’ottima occasione per riscattare la delusione subita in Texas, dove entrambi i piloti sono stati costretti al ritiro in seguito a una scivolata.
 
Alvaro Bautista è uno dei soli quattro piloti (assieme a Cal Crutchlow, Stefan Bradl e Hector Barbera) ad aver già percorso alcuni giri del tracciato argentino in sella a una MotoGP, in occasione dei test effettuati lo scorso luglio: lo spagnolo inizierà perciò il weekend con un leggero vantaggio, che intende sfruttare per riuscire a incamerare, domenica, i primi importanti punti mondiali, dopo i due ritiri collezionati nei primi due Gran Premi.
 
Il suo compagno di squadra, Scott Redding, si troverà invece a scoprire un circuito tutto nuovo in sella alla sua Honda RCV1000R “Open”: una sfida che affascina il giovane inglese, solitamente a proprio agio al primo contatto con circuiti mai visti prima.

ALVARO BAUTISTA “Durante i test effettuati lo scorso anno sul circuito di Termas de Rio Hondo, ho potuto subito apprezzare alcune parti del tracciato molto tecniche: la pista mi piace molto, presentando molte curve veloci che si adattano bene al mio stile di guida. Va comunque detto che lo scorso anno abbiamo potuto sfruttare soltanto un giorno di prove, perché nel secondo ha piovuto: non abbiamo perciò potuto lavorare molto sul set-up della moto. Ricordo anche una pista molto sporca, perché appena ultimata: credo comunque che sarà in buone condizioni per la gara di domenica. Per quanto ci riguarda, in questo Gran Premio la nostra priorità è portare a conclusione la gara, senza cercare il risultato a tutti i costi: dopo le prime due gare siamo infatti ancora a quota zero punti, questa volta invece vogliamo iniziare a raccoglierne”. 

SCOTT REDDING “Il fatto che la pista di Termas de Rio Hondo sia sconosciuta a tutti - a parte i pochi piloti che hanno effettuato i test lo scorso anno - credo che mi renderà le cose un po’ più facili, perché partiremo tutti dallo stesso livello. In più, mi piace andare alla scoperta di un nuovo circuito: è una sfida interessante, in grado di darmi ancora più motivazioni. Non vedo l’ora di iniziare le prime prove libere, per vedere come si comporta la moto su questo tracciato”.

FAUSTO GRESINI “Il bilancio di questi due primi Gran Premi, purtroppo, è negativo: al di là dei risultati mancati a causa delle cadute, la cosa che più mi preoccupa è il calo di competitività mostrato da Bautista in Texas. In Qatar siamo stati protagonisti, a Austin invece abbiamo faticato sin dall’inizio in un weekend che si è poi dimostrato veramente sfortunato. L’obiettivo, quindi, è innanzitutto quello di tornare a mettere in mostra un buon livello di competitività, dopodiché ovviamente sarà importante concretizzare, raccogliendo i primi punti. Alvaro ha già effettuato dei test su questa pista: un vantaggio piccolo, ma che cercheremo di sfruttare. Per Scott sarà invece un Gran Premio tutto nuovo, ma ho la sensazione che riuscirà ad adattarsi in fretta”.

 

INFORMAZIONI E STATISTICHE

1’44”188 - Il miglior tempo, registrato da Stefan Bradl, nel primo dei due giorni di test che la MotoGP ha effettuato il 4 e 5 luglio del 2013 sul circuito di Termas de Rio Hondo. Il secondo giorno ha piovuto.

1999 - L’ultimo Gran Premio del Motomondiale in Argentina risale a 15 anni fa, sul circuito di Buenos Aires: nella classe 500 cc vinse la Suzuki di Kenny Roberts Jr.

9 - Il Motomondiale finora ha corso in Argentina nove volte, sempre a Buenos Aires.

Pubblicato il : 21 Apr 2014