GRAN PREMIO DE ESPANA - QUALIFICHE - QUALIFICHE DIFFICILI A JEREZ PER BAUTISTA, DECIMO, E REDDING, DICIOTTESIMO.

Gran Premio De Espana – Qualifiche – Go&Fun

I piloti del Team GO&FUN Honda Gresini, Alvaro Bautista e Scott Redding, scatteranno rispettivamente dalla decima e dalla diciottesima posizione sullo schieramento del Gran Premio di Spagna, in programma domani sul circuito di Jerez.
 
In una giornata caratterizzata, come ieri, dalle alte temperature, Alvaro Bautista è riuscito ad entrare nella Qualifica 2 che determina le prime 12 posizioni sulla griglia di partenza ottenendo il secondo miglior tempo nella Qualifica 1 in 1’39”595, rilievo che poi non è però riuscito a migliorare nella sessione decisiva, chiusa al decimo posto in 1’39”751. Lo spagnolo ha lamentato uno scarso grip all’anteriore in ingresso di curva e un forte pattinamento della ruota posteriore in accelerazione: domani, nel warm up, il team tenterà un’ultima modifica al set-up della Honda RC213V in vista della gara, alla ricerca di un miglioramento.
 
Il suo compagno di squadra Scott Redding, autore di una scivolata senza conseguenze, ha chiuso la Qualifica 1 in ottava posizione col tempo di 1’40”453 e di conseguenza domani andrà a schierarsi in sesta fila. Anche l’inglese ha accusato problemi simili a quelli incontrati da Bautista.

ALVARO BAUTISTA (10° - 1'39"751) “La situazione purtroppo non è cambiata rispetto a ieri: abbiamo provato vari assetti differenti, senza però trovare una soluzione. Non ho aderenza all’anteriore in ingresso curva, dopodiché quando vado ad agire sull’acceleratore la ruota posteriore inizia a scivolare subito e perdo molto tempo. Peccato, speravo in un fine settimana migliore, ma la realtà al momento è questa. Domani sarà una gara molto dura, soprattutto per me, che non mi trovo a mio agio sulla moto; il nostro obiettivo comunque non cambia, vogliamo arrivare al traguardo e raccogliere dei punti. Domattina nel warm up potremmo provare una modifica al set-up molto importante, nel tentativo di migliorare, anche se in realtà tutti gli interventi effettuati finora non hanno sortito alcun effetto. Purtroppo non riusciamo ad oltrepassare un certo limite”. 

SCOTT REDDING (18° - 1'40"453) “C’è ancora tanto lavoro da fare per trovare più grip: manca trazione e ho faticato parecchio anche oggi, per cui stasera analizzeremo tutti i dati con il team nel tentativo di migliorare. Sono anche incappato in una scivolata in qualifica: ero in ingresso curva, in frenata, e appena ho rilasciato i freni si è ‘chiuso’ l’anteriore. La moto comunque non si è danneggiata molto e sono riuscito a riportarla ai box, dopodiché ho siglato il mio miglior giro, ma dobbiamo lavorare ancora tanto se vogliamo raggiungere il gruppo dei piloti davanti a noi. Dall’inizio del weekend purtroppo la situazione di fatto è rimasta la stessa, ad eccezione della frenata, che è migliorata; al posteriore però c’è troppo spinning, al momento”.

FAUSTO GRESINI “Finora abbiamo vissuto un weekend indubbiamente difficile, causato fondamentalmente dai tanti problemi di aderenza incontrati da entrambi i nostri piloti. Abbiamo lavorato molto, ma senza riuscire a raggiungere dei benefici tali da poter mettere i piloti nelle condizioni di sfruttare al massimo le potenzialità delle proprie moto. Domattina, nel warm up, proveremo ulteriori modifiche. Non sarà comunque uan gara facile per nessuno, perché le temperature sono molto alte e le gomme scivolano tantissimo. Noi cercheremo di difenderci e di portare a casa il miglior risultato possibile”.

Pubblicato il : 2 Mag 2014