GRAN PREMI DE CATALUNYA - PROVE LIBERE - SIMEON ALLA RICERCA DI GRIP IN CATALOGNA. BALDASSARRI LAVORA SULL'ASSETTO.

Gran Premi de Catalunya - Go&Fun

Xavier Siméon ha vissuto una prima giornata di prove complicata sul Circuit de Catalunya in sella alla Suter del Team Federal Oil Gresini Moto2: il pilota belga ha infatti continuato a soffrire gli stessi problemi incontrati durante lo scorso Gran Premio d’Italia al Mugello, lamentando una forte mancanza di grip. Siméon non è riuscito perciò ad andare oltre alla 24. posizione nella classifica combinata dei tempi con il tempo di 1’48”734.
 Impegnato in sella alla Suter del Team Gresini Moto2, Lorenzo Baldassarri ha lavorato molto sull’assetto, ma con scarsi risultati: il giovane esordiente marchigiano ha faticato molto a trovare il giusto compromesso per essere veloce in ingresso curva e ora analizzerà la telemetria alla ricerca di una soluzione. 

XAVIER SIMEON (24° - 1'48"734) “Abbiamo intrapreso una strada dalla quale non riusciamo ad uscire: ci ritroviamo nuovamente troppo indietro e troppo distanti dal miglior tempo. È strano, speravo che il Mugello fosse stata un’eccezione, invece continuiamo a faticare molto: come al Mugello, anche qui abbiamo tanti problemi di grip, un aspetto che invece fino a Le Mans era un nostro punto di forza. Sinceramente non sappiamo ancora spiegare il perché: dovremo lavorare molto nella speranza di trovare in fretta una soluzione, perché questa situazione ovviamente non ci piace”.

LORENZO BALDASSARRI (28° - 1'48"829) “Oggi è stata molto dura: non riesco a inserire la moto in curva, vorrei farla derapare in ingresso ma sono costretto ad allargare la traiettoria e di conseguenza anche quando torno ad agire sull’acceleratore in uscita sono in difficoltà col grip e la moto scivola continuamente. Analizzeremo a fondo la telemetria per cercare una soluzione e provare a migliorare domani”. 

FAUSTO GRESINI “Siamo molto indietro, ma del resto al momento sono attardati tutti i piloti in sella alla Suter, per cui evidentemente c’è un problema di base per tutti. Peccato, perché non riusciamo a trovare una soluzione e stiamo perdendo molte opportunità per essere veloci. Continueremo a lavorare per capire cosa sta succedendo: sostanzialmente, Siméon lamenta la mancanza di aderenza, a causa della quale non riesce a sfruttare il proprio potenziale”.

 

Pubblicato il : 12 Giu 2014