GRAN PREMI DE CATALUNYA - QUALIFICHE - GIORNATA DI QUALIFICHE A DUE VOLTI PER IL TEAM GO&FUN HONDA GRESINI IN CATALOGNA.

GRAN PREMI DE CATALUNYA - QUALIFICHE - Go&Fun

È stata una giornata di qualifiche a due volti quella vissuta oggi sul Circuit de Catalunya dal Team GO&FUN Honda Gresini: l’esordiente Scott Redding è stato autore di un ottimo tempo, che lo ha visto chiudere al quarto posto la Qualifica 1 - il che significa che domani partirà dalla 14. posizione in griglia -, davanti alle altre tre Honda RCV1000R ‘Open’, mentre purtroppo il suo compagno di squadra Alvaro Bautista non è potuto andare oltre la 12. posizione in seguito a un high side durante la decisiva Qualifica 2.
 
Bautista era impegnato nel suo secondo tentativo di giro veloce del turno, quando è stato lanciato dalla propria moto alla curva 6: dolorante, lo spagnolo è riuscito a rientrare in pista nelle fasi finali, ottenendo il tempo di 1’42”024. Alvaro è poi stato portato al centro medico per i controlli del caso, che hanno fortunatamente escluso fratture ed evidenziato soltanto qualche contusione, in particolare al petto e alla caviglia destra.
 
Scott Redding ha siglato un ottimo 1’42”730, che gli ha consentito di qualificarsi in 14. posizione: l’esordiente inglese ha abbassato i propri tempi ottenuti nelle prove libere di oltre 7 decimi di secondo e ha battuto il suo diretto rivale Nicky Hayden, anch’egli in sella alla Honda RCV1000R, di 3 decimi.

ALVARO BAUTISTA (12° - 1'42"024) “La caduta è stata violenta e sono un po’ dolorante, soprattutto al petto e alla caviglia destra, ma fortunatamente non c’è nulla di rotto. Oggi il feeling con la moto era migliorato rispetto a ieri, anche se non siamo ancora a posto come vorremmo: nella terza sessione di prove libere non eravamo distanti dai piloti più veloci, ed è stato un peccato non essere entrati direttamente nella Q2. In ogni caso, abbiamo affrontato la Q1 con tranquillità, dopodiché nella Q2 sono caduto mentre ero impegnato nella prima prima uscita, con le gomme già usate nella Q1. Almeno ho avuto il tempo di tornare in pista con l’altra moto nel finale, così da dimenticare subito l’accaduto… Come detto non siamo al cento per cento però sono fiducioso per la gara, perché il nostro ritmo non è molto lontano da quello degli altri piloti. Dovremo tenere un occhio anche al meteo, e comunque daremo il massimo, come sempre!”.

SCOTT REDDING (14° - 1'42"730) “Sono molto contento del tempo che ho ottenuto oggi in qualifica: peccato non essere entrati nella Qualifica 2, ma già sapevamo di partire con un grosso svantaggio su questa pista, considerati i due lunghi rettilinei. In ogni caso, ora dobbiamo concentrarci e lavorare per la gara, nella quale vogliamo provare a raccogliere qualche altro punto importante per la classifica di campionato. Oggi siamo risultati i più veloci in sella alla Honda ‘Production Racer’, perciò siamo soddisfatti; domani vogliamo ripeterci in gara, questo rimane il nostro obiettivo. Purtroppo non sappiamo ancora se riusciremo ad utilizzare la gomma morbida: probabilmente dovremo utilizzare quella più dura per la distanza di gara. Daremo comunque il massimo e vedremo come andrà”.

FAUSTO GRESINI “Purtroppo, dopo aver ottenuto il passaggio alla Qualifica 2 con il miglior tempo nella Qualifica 1, Bautista è caduto nel corso del turno decisivo e di conseguenza non ha più avuto la possibilità di migliorarsi, rimanendo attardato. In ogni caso adesso la cosa più importante è che Alvaro stia bene: si è sottoposto a tutti i controlli del caso e fortunatamente sembra che non ci sia nulla di rotto, anche se ovviamente accusa vari dolori. Partiamo indietro, è vero, ma domani daremo come sempre il massimo per provare a ottenere un buon risultato. Redding è stato molto bravo, lasciandosi alle spalle tutte le altre Honda Open: ci sono tutte le premesse per poterci confermare come la migliore ‘Production Racer’ in pista anche domani”.

Pubblicato il : 13 Giu 2014