27 Giu 2014

BAUTISTA SETTIMO NEL CONCITATO 'FLAG TO FLAG' DI ASSEN. GARA CONVINCENTE DI REDDING

BAUTISTA SETTIMO NEL CONCITATO 'FLAG TO FLAG' DI ASSEN. GARA CONVINCENTE DI REDDING

Il Team GO&FUN Honda Gresini lascia l’Olanda con due buoni piazzamenti colti da Alvaro Bautista, settimo al traguardo, e da Scott Redding, dodicesimo, in una gara contraddistinta da condizioni mutevoli dell’asfalto. La pioggia caduta mentre i piloti erano già schierati sulla griglia di partenza ha infatti ritardato il via del Gran Premio, scattato infine in condizioni di bagnato. Ben presto l’asfalto si è però asciugato, costringendo i piloti al cambio moto come previsto dal regolamento ‘flag to flag’. Partito dalla decima posizione, Bautista si è trovato a suo agio con le gomme rain, superando diversi piloti nei primi giri prima di cambiare moto per le condizioni di asciutto; rientrato in pista in quinta posizione, lo spagnolo ha faticato a mandare in temperatura le gomme, chiudendo settimo sul traguardo riuscendo comunque a difendersi nel finale dall’attacco di Bradley Smith alle sue spalle. Al via della sua prima gara in MotoGP sul bagnato, il suo compagno di squadra Scott Redding è invece stato più cauto nei primi giri, dopodiché ha effettuato con un ottimo tempismo il cambio moto recuperando varie posizioni e tenendo un buon ritmo sull’asciutto. La dodicesima posizione gli regala 4 importanti punti, grazie ai quali l’inglese si trova ora in prima posizione in classifica tra i piloti in sella alla Honda in configurazione Open, con 28 punti.

ALVARO BAUTISTA (7°) “Oggi abbiamo incontrato condizioni veramente difficili: inizialmente ci siamo schierati in griglia con la moto da asciutto, ma è iniziato a piovere per cui la partenza è stata ritardata per poter utilizzare la moto con gomme da bagnato. Quando siamo partiti, però, la pista stava già iniziando ad asciugarsi in alcuni punti. Sul bagnato nei primi giri mi sentivo a mio agio e ho iniziato a rimontare posizioni, superando diversi piloti davanti a me, ma dopo appena 4 giri siamo dovuti rientrare ai box per il cambio moto, con la pista già praticamente asciutta. Con la moto da asciutto non ho però ritrovato lo stesso feeling di prima, facevo fatica a mandare le gomme in temperatura; tutto considerato, la settima posizione non è male, anche se siamo stati veramente vicini alla top five. In ogni caso, oggi era importante finire la gara e prendere punti, dopo il ritiro di Barcellona”.

SCOTT REDDING (12°) “Oggi ho corso la mia prima gara in MotoGP sul bagnato e ad essere sincero inizialmente ero un po’ preoccupato, perché non sapevo cosa aspettarmi. Siamo partiti dal fondo dello schieramento con le gomme rain e nei primi giri ero abbastanza lento perché le condizioni della pista erano strane e ho faticato a comprendere bene il comportamento delle gomme. Dopo pochi giri l’asfalto ha iniziato ad asciugarsi, così sono rientrato ai box per salire sulla moto da asciutto; abbiamo scelto un buon momento e così sono rientrato in pista con un buon vantaggio. Sull’asciutto ero veloce, ho superato Lorenzo, dopodiché seguire Pol Espargarò mi ha dato una grande motivazione; quando Pol è caduto dovevo semplicemente cercare di mantenere gli stessi tempi sul giro. Dopo il brutto warm up di questa mattina è bello essere la prima Honda in configurazione Open sul traguardo in queste condizioni così complicate”.

FAUSTO GRESINI “Oggi con Bautista partivamo da una posizione arretrata per cui si prospettava una gara sicuramente non facile; Alvaro però si è trovato subito bene nei primi giri sul bagnato ed è stato in grado di superare diversi piloti. Dopo il cambio moto ha faticato di più, com’è stato del resto in tutto il weekend, non riuscendo a mandare in temperatura le gomme. Alvaro comunque si è difeso bene chiudendo con una buona settima posizione, anche se ovviamente nutriamo altre ambizioni. Scott ha faticato nei primi giri sul bagnato, ma poi ha rimontato nel cambio moto tenendo un buon ritmo e raccogliendo punti importanti grazie ai quali si ritrova ora al primo posto in classifica tra i piloti sulla Honda RCV1000R”.

Pubblicato il : 27 Giu 2014