7 Ago 2014

BAUTISTA IN VISITA AL TEAM ANDRETTI, VINCITORE DELLA 500 MIGLIA DI INDIANAPOLIS 2014

BAUTISTA IN VISITA AL TEAM ANDRETTI, VINCITORE DELLA 500 MIGLIA DI INDIANAPOLIS 2014

Questo fine settimana l’Indianapolis Motor Speedway si appresta ad ospitare per la settima volta una tappa del Campionato del Mondo MotoGp: nonostante l’impianto sia famoso in tutto il mondo per la 500 Miglia automobilistica, è curioso notare come il primo evento motoristico disputatosi sull’ovale dell’Indiana sia stata una competizione motociclistica, il 14 agosto del 1909. Indianapolis è perciò un luogo magico sia per le quattro che le due ruote: il pilota del Team GO&FUN Honda Gresini, Alvaro Bautista, ha voluto approfondire l’argomento visitando oggi il quartier generale della Andretti Autosport, squadra vincitrice lo scorso maggio dell’ultima edizione della 500 Miglia di Indianapolis, con Ryan Hunter-Reay al volante di una Dallara motorizzata Honda. Bautista è stato accompagnato in questa speciale visita da Zach Veach, pilota diciannovenne impegnato nel campionato propedeutico Indy Lights e pronto al salto in IndyCar nel 2015: Veach ha spiegato allo spagnolo tutti i retroscena del campionato per monoposto più importante degli Stati Uniti. ALVARO BAUTISTA “Ho avuto l’opportunità di vedere da vicino come lavora un team di IndyCar ed è stato molto interessante, una bellissima esperienza. Non conoscevo queste vetture e ho visto quanto sia elevato il livello tecnologico: del resto si tratta della massima categoria automobilistica qui in America e ho potuto notare tante analogie con il nostro mondo; non viene lasciato nulla al caso, proprio come in MotoGP. Ho anche provato a entrare all’interno di una monoposto, ma ho avuto difficoltà, lo spazio è veramente limitatissimo! Pensare di correre con queste macchine a oltre 370 km/h sull’ovale di Indy, con i muretti così vicini, è pazzesco… perciò ho grande rispetto per i piloti di IndyCar. Il team Andretti ha anche vinto la 500 Miglia quest’anno, perciò spero che ci portino fortuna per questo fine settimana!”.ANDRETTI AUTOSPORTIl team Andretti Autosport è uno dei protagonisti della IndyCar Series, campionato al quale prende parte con quattro Dallara-Honda affidate a Marco Andretti, Ryan Hunter-Reay, James Hinchcliffe e Carlos Munoz. Con sede a Indianapolis e guidata da Michael Andretti, la Andretti Autosport ha vinto quattro campionati IndyCar (nelle stagioni 2004, 2005, 2007 e 2012) e ha vinto tre volte la 500 Miglia di Indianapolis (2005, 2007, 2014). La stagione 2014 vedrà la Andretti Autosport partecipare anche alla Formula E, il nuovo campionato FIA per monoposto elettriche.INDYCAR SERIESL’IndyCar Series è il campionato per vetture a ruote scoperte più importante degli Stati Uniti ed è animato da monoposto spinte da motori V6 di 2,2 litri ad iniezione diretta e turbocompressi; tali unità producono dai 500 ai 700 cavalli a seconda della regolazione della sovralimentazione. Le vetture dell’IndyCar utilizzano etanolo come carburante e all’Indianapolis Motor Speedway raggiungono velocità superiori ai 370 km/h. La famosa 500 Miglia di Indianapolis rappresenta ogni anno l’evento più importante in calendario.INDIANAPOLIS MOTOR SPEEDWAYL’Indianapolis Motor Speedway è il più grande circuito permanente del mondo e può contenere sulle sue tribune 250.000 persone. La 500 Miglia di Indianapolis si corre sull’ovale di 2,5 miglia (4.023 metri), mentre la MotoGP si disputa sul tracciato di 4.170 metri ricavato nell’infield. La prima competizione motoristica si è tenuta a Indy il 14 agosto del 1909 ed è stata una gara motociclistica.

Pubblicato il : 7 Ago 2014