24 Ott 2014

BAUTISTA E REDDING FATICANO IN CONDIZIONI MISTE NEL PRIMO GIORNO DI PROVE A SEPANG

BAUTISTA E REDDING FATICANO IN CONDIZIONI MISTE NEL PRIMO GIORNO DI PROVE A SEPANG

I piloti del Team GO&FUN Honda Gresini, Alvaro Bautista e Scott Redding, hanno affrontato oggi la prima giornata di prove libere del Gran Premio della Malesia, sul circuito di Sepang, chiudendo la classifica combinata dei tempi rispettivamente in tredicesima e in quindicesima posizione. Sia lo spagnolo che l’inglese hanno ottenuto i loro migliori tempi nella sessione mattutina, disputata su asfalto asciutto, dopodiché l’arrivo di un forte acquazzone ha costretto i piloti ad affrontare nel pomeriggio le FP2 su un asfalto bagnato che è andato via via asciugandosi. Bautista ha iniziato il turno mattutino utilizzando il set-up che gli aveva permesso, lo scorso febbraio, di effettuare dei positivi test invernali: lo spagnolo non ha però ritrovato le stesse sensazioni, rallentato nuovamente da problemi di aderenza al posteriore, soprattutto in uscita di curva. La situazione è migliorata in condizioni di bagnato, ma le difficoltà sono riemerse in condizioni miste, nella parte finale del turno pomeridiano, con la pista che è andata asciugandosi. Situazione analoga per il suo compagno di squadra Scott Redding, che si è però detto soddisfatto del rendimento della sua Honda RCV1000R sull’asciutto, al mattino: anche l’inglese si è poi trovato bene sul bagnato, salvo faticare molto in seguito con la pista umida. ALVARO BAUTISTA (13° - 2'02"722)“Questa mattina le condizioni del tracciato erano abbastanza buone; anche qui, però, abbiamo subito accusato i soliti problemi di grip al posteriore, soprattutto in uscita di curva. Di conseguenza, nel primo turno di libere abbiamo lavorato nel tentativo di trovare una migliore aderenza, ma senza successo: il set-up che avevamo utilizzato qui a Sepang nei test di febbraio non ha funzionato. Nel pomeriggio avremmo voluto provare un’altra soluzione di assetto, ma non è stato possibile a causa della pioggia. Sul bagnato, in ogni caso, la situazione non è negativa, anche se nel finale delle FP2, in condizioni miste con la pista che andava asciugandosi, la moto ha iniziato a scivolare molto e non si riusciva ad aprire completamente il gas neanche in rettilineo”. SCOTT REDDING (15° - 2'02"898)“La sessione di prove mattutina è andata abbastanza bene: è stato bello tornare su un tracciato che già avevo avuto modo di affrontare in sella a una MotoGP. Siamo partiti subito da un buon livello con il set-up dell’elettronica e per questo sono contento; siamo stati veloci anche se quando le temperature si sono alzate non è stato semplice ottenere buoni tempi. Nel pomeriggio abbiamo svolto un buon lavoro con la pista completamente bagnata, mentre quanto il tracciato è andato asciugandosi ho faticato di più: di fatto, la parte finale delle FP2 non ha avuto un grande significato. In ogni caso, salviamo la prima parte sul bagnato; ora proveremo a cercare una soluzione per essere competitivi anche in condizioni miste”. FAUSTO GRESINI“Oggi abbiamo potuto sfruttare soltanto una sessione sull’asciutto: Bautista ha provato lo stesso assetto che lo scorso febbraio, nei test effettuati qui a Sepang, si era rivelato valido, ma senza successo, dopodiché l’arrivo della pioggia non ci ha permesso di continuare a lavorare su questo fronte. Scott, dal canto suo, è partito subito da un buon livello potendo sfruttare i riferimenti dei test. Entrambi poi, nel pomeriggio, hanno avuto difficoltà con la pista che è andata asciugandosi: dovremo lavorare, oltre che per le condizioni di asciutto, anche per trovare un buon compromesso per queste condizioni miste, che potrebbero verificarsi domenica in gara”.

Pubblicato il : 24 Ott 2014