26 Giu 2014

BAUTISTA DECIMO NELLE QUALIFICHE DI ASSEN CONDIZIONATE DALLA PIOGGIA. REDDING 16°

BAUTISTA DECIMO NELLE QUALIFICHE DI ASSEN CONDIZIONATE DALLA PIOGGIA. REDDING 16°

Il Team GO&FUN Honda Gresini ha vissuto oggi sul circuito di Assen una complicata giornata di qualifiche: la pioggia caduta al mattino durante il terzo e ultimo turno di prove libere ha infatti dapprima impedito ad Alvaro Bautista di accedere direttamente alle Qualifiche 2 che decidono le prime dodici posizioni sullo schieramento dopodiché, in seguito a buone Qualifiche 1 sull’asciutto, terminate col tempo di 1’34”274, la pioggia è tornata a cadere condizionando le decisive Qualifiche 2. Con pista già umida, tutti i piloti hanno siglato il proprio tempo nei primi minuti della sessione, prima dell’intensificarsi della pioggia: una situazione concitata dalla quale Alvaro è uscito con il decimo miglior tempo, 1’42”884, il che significa che lo spagnolo scatterà domani dalla quarta fila. Il suo compagno di squadra, Scott Redding, ha chiuso la Qualifica 1 con il sesto tempo e scatterà perciò domani dalla 16. posizione: il rookie inglese è soddisfatto del comportamento della moto sull’asciutto ed è fiducioso in vista della gara di domani, anche se rimane un po’ di delusione per essere stato preceduto oggi dalle due Honda RCV1000R di Abraham e Aoyama, anche se di un solo decimo di secondo.

ALVARO BAUTISTA (10° - 1'42"884) “E' stata una giornata veramente strana: ieri nelle prove libere potevamo segnare un tempo per entrare subito nella Q2 per sentirci più tranquilli, ma non è stato possibile a causa del traffico, e stamattina ce lo ha impedito la pioggia… Nella FP4 abbiamo anche provato due differenti assetti alla ricerca di più trazione, ma senza riscontrare miglioramenti, per cui siamo tornati al set-up precedente per affrontare la Q1; in questa sessione ho fatto comunque un bel tempo, tra l’altro con la gomma usata, perché volevo tenerne un paio nuove da parte per la decisiva Q2, però poi proprio all’inizio di quest’ultima è ricominciato a piovere ed è stato molto rischioso. Le condizioni erano uguali per tutti, ma io nel primo giro ho preferito non spingere al massimo, perché se fossi caduto e la pista si fosse asciugata, tutti mi avrebbero superato e mi sarei ritrovato in una situazione ancora peggiore. Domani saranno innanzitutto da tenere d’occhio le condizioni atmosferiche; io in ogni caso sono contento del feeling che ho con la moto sull’asciutto”.

SCOTT REDDING (16° - 1'35"059) “Sono state qualifiche tutto sommato positive: tutte le Honda in configurazione Open sono molto vicine, con tempi sul giro molto simili, e inoltre il mio ritmo di gara è abbastanza buono, per cui non sono molto preoccupato per la posizione sullo schieramento. In più, per la gara si prevede pioggia, quindi probabilmente dovremo cambiare i nostri piani perché non ho mai avuto l’occasione di guidare questa moto sul bagnato. In generale sono contento, anche perché ho fatto il mio miglior giro da solo, senza altri piloti davanti a me, anche se ovviamente sono un po’ deluso per essere soltanto la terza Honda ‘Production Racer’ sulla griglia di partenza, anche se il gap è veramente minimo”.

FAUSTO GRESINI “Quelle di oggi non sono certo state qualifiche esaltanti... Vogliamo e dobbiamo fare meglio della decima posizione: abbiamo incontrato condizioni difficili nelle decisive Qualifiche 2, ma è stato così per tutti. Peccato, ci aspetta una gara sicuramente non facile perché su questa pista è importante riuscire ad affrontare i primi giri in una buona posizione, e noi ci troveremo a scattare dalla quarta fila. Scott ha ottenuto praticamente lo stesso tempo delle altre Honda Porduction Racer, quindi si può dire che abbia fatto il suo dovere; credo che domani possa fare una buona gara”.

Pubblicato il : 26 Giu 2014